torino-3
library-bibliothek-sigma-hdr-admont-816mm-975971-wallhere.com
c__fakepath_ctllogo

CENTRO TUTELA LEGALE

meraoroctlsegnalaabusisegnalaabusi

CENTRO TUTELA LEGALE

Professional Network

 

Sede Nazionale

Via Giovan Battista Barbieri n. 17

36061 - Bassano del Grappa (VI)

Tel .0424567533

info@centrotutelalegale.net

 

C.F. 91056140246


 

​ la tutela è un tuo diritto

OMOLOGAZIONE E APPROVAZIONE NON COINCIDONO

2020-12-10 08:10

Giorgio Marcon

NEWS LEGALI, NEWS TECNICO -PERITALI, CODICE DELLA STRADA,

OMOLOGAZIONE E APPROVAZIONE NON COINCIDONO

UN PARERE NON FA PRIMAVERA... Desta perplessità e stupore il parere reso dalla Direzione Generale per la sicurezza stradale del Ministero delle Infras

UN PARERE NON FA PRIMAVERA...

news56-1581291396-1607588792.png

Desta perplessità e stupore il parere reso dalla Direzione Generale per la sicurezza stradale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, nella persona del Direttore Generale Dott. Ing. Giovanni Lanati, con comunicato 8176 pubblicato sul sito del MIT in data 11.11.2020.

Secondo convinzione personale e istituzionale espressa dal Dr. Ing. Lanati le procedure di omologazione e di approvazione di tutti i dispositivi e i sistemi di regolazione e controllo della circolazione stradale (autovelox, telecamere, Ztl, photored, etc.) sarebbero  del tutto “equivalenti”.

Secondo il Direttore Generale basterebbe, dunque, la sola procedura di approvazione per validare l’efficacia dei dispositivi ai fini dell’accertamento delle infrazioni stradali !

Ciò affermato in netto e manifesto contrasto con orientamento consolidato formatosi in materia di cui alle sentenze della Corte di Cassazione Civile n. 29334 del 2008, Corte di Cassazione Civile n. 15042/2001, Corte di Cassazione n. 21267/2014, oltre che pedisseque sentenze n. 1731/2018 del Giudice di pace di Padova e la 48554/2019 del Giudice di pace di Milano, Giudice di Paece di Alessandria 531/2019, Giudice di Pace di Treviso Dr. L. Rizzo nn. 430 e 703 del 2020).

Ben noti e consolidanti i principi costituzionalmente garantiti della separazione dei poteri, della funzione nomofilattica della Corte di Cassazione, della gerarchia delle fonti di diritto, e ulteriori significative sfumature lessicali che, a quanto pare, sembrano essere sfuggite all’attenzione del Dirigente nella stesura del richiamato "parere".

Orbene. Le motivazioni addotte nel “parere” reso dal Dr. Ing. Lanati non possono certo travolgere i principi cardine che reggono il nostro ordinamento giuridico, mediante pubblicazione di un comunicato del MIT che si aggrappa, in utima ratio e con evidente forzatura del diritto, su errate speculazioni lessicali in alcun modo condivisibili, per non ammettere l’enorme lacuna ad oggi presente nel nostro sistema e relative conseguenze.

Non è certo il modo corretto di affrontare e risolvere la lacunosa questione.

Contrariamente a quanto asserisce il MIT le apparecchiature risultano solamente approvate, non anche omologate, non essendo funzionali ed efficaci ai fini dell’accertamento. Richiamato l’articolo 142 comma 6 del Codice della Strada, “per la determinazione dell'osservanza dei limiti di velocità sono considerate fonti di prova le risultanze di apparecchiature debitamente omologate”. La norma non dice “omologato o approvato” e nemmeno omologato il solo prototipo! Tutte le apparecchiature devono dunque essere omologate!  E l’articolo 192 comma 2 del regolamento d’attuazione del CdS, in merito alla richiesta di omologazione o approvazione dei dispositivi ricorda che “l’Ispettorato generale per la circolazione e la sicurezza stradale del ministero dei Lavori pubblici accerta [...] la rispondenza e la efficacia dell'oggetto di cui si richiede l'omologazione alle prescrizioni stabilite dal presente regolamento, e ne omologa il prototipo quando gli accertamenti abbiano dato esito favorevole”. Non e/o la approvazione.

Nello specifico l’omologazione ministeriale rappresenta l’unico atto ministeriale e procedurale attraverso il quale il Ministero consente la riproduzione in serie del prototipo omologato di un prodotto testato in un laboratorio ministeriale. Ha validità pari a 5 anni ed è estendibile con rinnovo quinquennale.

L'atto di omologazione – non la mera approvazione - è dunque necessario per la riproduzione del prototipo testato e per la sua immissione sul mercato. A tal proposito l’art. 192 comma 7 del regolamento CdS sancisce che “su ogni elemento conforme al prototipo omologato o approvato deve essere riportato il numero e la data del Decreto Ministeriale di omologazione o di approvazione e il nome del fabbricante”. Orbene, al giorno d’oggi non risulta essere mai stato pubblicato alcun decreto relativo all’omologazione degli autovelox e di nessun altro strumento sanzionatorio, nemmeno per la segnaletica stradale. Ne deriva, pertanto, che agli esiti dei rilievi effettuati sul fatto sanzionato non possa attribuirsi alcuna valenza giuridica!

Gli organi accertatori che utilizzano gli strumenti sanzionatori dovrebbero, prima del loro utilizzo, verificare che il D.M. di omologazione sia stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, se realmente siano state effettuate tutte le verifiche annuali e la calibrazione come prestabilito dalle norme italiane, europee e internazionali, che siano state effettuate ogni anno le dovute manutenzioni (da non confondere con l’autodiagnosi) e che prima dell’utilizzo sia stato verificato il corretto funzionamento.

Tutto questo ai fini della verifica in ordine alla permanente corretta  funzionalità e fruizione  dello strumento.

Ma questo Decreto Ministeriale di omologazione non esiste e, a ben vedere, non ci sono neppure i decreti di approvazione.

Di conseguenza nessun impianto semaforico, o strumento di misura e rilevamento di velocità e/o tasso alcolemico, finanche la segnaletica stradale può essere commercializzato, né installato, né utilizzato.

Giova tra l’altro ricordare che l’omologazione non è solo un atto amministrativo, ma è anche un atto tecnico complesso atto a garantire che uno strumento, come l’autovelox o l'etilometro, sia corretto e preciso nel suo risultato finale fornito od ottenuto.

Le società produttrici delle apparecchiature come autovelox, photored, telecamere, etilometri, ecc. non dispongono del D.M. di omologazione, ad oggi mai emanato e inesistente, avendo ottenuto soltanto una mera Determina Dirigenziale firmata dal dirigente del MIT. Questa determina, si precisa, non certifica il rispetto dei requisiti tecnici circa l’attendibilità funzionale dello strumento al fine di ottenere l’omologazione.

Tali requisiti tecnici andrebbero infatti verificati solo attraverso prove tecniche e di comparazione di cui il ministero non può occuparsi direttamente essendo pure, per quanto ci risulta,  sprovvisto dell'epposito laboratorio per effettuare tali prove.

In definitiva la Determina Dirigenziale non è e non va in alcun modo confusa con il Decreto Ministeriale di omologazione da pubblicarsi in Gazzetta Ufficiale, come prevede il citato art. 192 comma 7 CdS, né può, ovviamente, "scavalcarlo".

Si ritiene aver chiarito una volta ancora  in cosa consista l’omologazione dei dispositivi e dei sistemi di regolazione e controllo della circolazione stradale, e perché tutti gli strumenti attualmente in uso ne siano oggettivamente privi.

Ritornando al punto iniziale,  non vanno in alcun modo considerate equivalenti le procedure di omologazione e di approvazione come contrariamente e artatamente sostenuto  nella comunicazione del MIT dello scorso 11.11.2020,

Le affermazioni rese dal Dr. Ing. Lanati nella sua funzione istituzionale sono, a ben vedere, di una gravità sconcertante per l’assoluta carenza di fondamento in fatto e in diritto e per l’evidente tentativo di voler aggirare, utilizzando in modo inopportuno impossibili equiparazioni lessicali, portata e valenza delle norme dettate in materia, pur convalidate e correttamente interpretate dalla Corte di Cassazione e da diverse pedisseque pronunce di merito.

Evidente la forzatura propugnata nel "parere" del MIT basata su errata '‘equiparazione" lessicale di due terminologie diverse.

Un dispositivo, uno strumento o un materiale può essere nel suo complesso sia omologato che approvato in quanto le procedure seguono strade diverse (magari poi giungono allo stesso obiettivo ma sono diverse). In un’automobile, per esempio, le singole parti che la compongono, come i fari, gli pneumatici o le cinture di sicurezza, devono essere omologate da un ente pubblico a cià preosto e legittimato. Ma le alette parasole, le maniglie e lo sportellino porta oggetti non sono omologati ma semplicemente approvati dal costruttore, in quanto non devono soddisfare requisiti di legge.

Pertanto ove l’art. 45 comma 6, citato dal MIT nella sua nota, riporta che i dispositivi per l'accertamento e il rilevamento automatico delle violazioni alle norme di circolazione “sono soggetti all'approvazione od omologazione”, ci si deve riferire proprio a una distinzione di questo tipo, non anche ad una impropria ed errata equiparazione dei termini e delle relative correlate e difformi procedure di riferimento.

Resta dunque assodato, ex art. 142 comma 6 C.d.S.,  che per la determinazione dell'osservanza dei limiti di velocità o per il rilevamento del tasso alcolemico sono considerate fonti di prova, validemante opponibili agli utenti stradali, le sole risultanze acquisite da apparecchiature "debitamente omologate".

Va infine considerato un altro fondamentale dirimente profilo: tutte le omologazioni degli strumenti di misura (come etilometro, autovelox, photored, ZTL, semafori, etc.) sono delegate e attribuite, in forza di leggi imperative dello stato italiano e delle recepite direttive europee emanate in materia,  in capo al MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) e non anche del MIT, come è avvenuto con il cronotachigrafo che fa parte dello stesso art. 142 C.d.S.

Sul punto è pure intervenuta la Corte di Cassazione con la sentenza n. 22158/2012 e la Corte dei Conti, con condanna della PA per aver utilizzato strumenti non omologati o approvati e non in regola con le norme del codice della strada.

Non è dunque dato comprendere come possano essere sfuggite al Dr. Ing. Giovanni Lanati, nel suo ruolo istituzionale garantista e di riferimento,  tutte queste articolate pur specifiche componenti tecniche e normative, anche a valenza europea,  come sancite, imposte e recepite a garanzia e tutela della sicurezza stradale e degli utenti, atteso quanto più volte già chiarito e ribadito dalla Suprema Corte di Cassazione.

(In ALLEGATO il comunicato del M_INF.SISTRA.REGISTRO UFFICIALE.U.0008176.11-11-2020)

CENTRO TUTELA LEGALE è un marchio registrato

E' vietato l'utilizzo del marchio e delle componenti del presente sito web

se non  formalmente autorizzate dalla società proprietaria

 


*" Le immagini utilizzate in questo sito provengono in prevalenza da Pixabay e WallHere, nel rispetto del copyright alla data di inserimento e di libera fruizione. ​Qualora siano state accidentalmente  inserite nel sito  foto coperte da copyright provenienti da diversa fonte, o siano subentrate modifiche sulle condizioni di libero utilizzo di dette foto,  se ne dichiara l'uso  del tutto involontario e incolpevole, con incondizionata disponibilità alla relativa immediata rimozione o all'indicazione dell'autore su specifica richiesta". 

Copyright 2019

copyright-symbol

Articoli Recenti

ctlnews

CASSAZIONE 10505/2024 - AUTOVELOX ILLEGITTIMI: MANCA L'OMOLOGAZIONE
CASSAZIONE , NEWS LEGALI, AUTOVELOX - SENTENZE,

CASSAZIONE 10505/2024 - AUTOVELOX ILLEGITTIMI: MANCA L'OMOLOGAZIONE

Avv. Emanuele Dalla Palma

2024-04-20 00:04

Con ordinanza n. 10505 del 18 aprile 2024 la Corte di Cassazione ha affermato la illegittimità degli accertamenti eseguiti con autovelox privi di omologazione

CASSAZIONE 34889/2023 - TASSI EURIBOR 2005-2008: NULLITA'
DIRITTO BANCARIO, CASSAZIONE , GIURISPRUDENZA DIRITTO BANCARIO, NEWS LEGALI,

CASSAZIONE 34889/2023 - TASSI EURIBOR 2005-2008: NULLITA'

Avv. Emanuele Dalla Palma

2024-02-03 18:43

Con ordinanza n. 34889 del 13 dicembre 2023 la Corte di Cassazione ha affermato la nullità dei tassi che le banche hanno applicato a mutui, finanziame

ART. 186 CDS - Assolto il calciatore Defrel. Consulente CTL Giorgio Marcon
NEWS, NEWS LEGALI, NEWS TECNICO -PERITALI, ETILOMETRO - SENTENZE, CODICE DELLA STRADA, OBIETTIVO SICUREZZA,

ART. 186 CDS - Assolto il calciatore Defrel. Consulente CTL Giorgio Marcon

Direzione Nazionale CTL

2024-01-31 10:23

Il fattoNella notte tra il 10 e l'11 marzo del 2019 il calciatore francese Grégoire Defrel, all’epoca attaccante 27 enne della Sampdoria, ha subito un

Autovelox ed etilometri: multe nulle in assenza della verifica di corretta funzionalità
NEWS, AUTOVELOX - SENTENZE, ETILOMETRO - SENTENZE, CONTRIBUTI, CODICE DELLA STRADA, NORMATIVA, OBIETTIVO SICUREZZA,

Autovelox ed etilometri: multe nulle in assenza della verifica di corretta funzionalità

Avv. Emanuele Dalla Palma

2024-01-24 18:53

LA CASSAZIONE CONFERMA: NULLI GLI ACCERTAMENTI CON AUTOVELOX IN CARENZA DI CORRETTA FUNZIONALITA’ La Cruciale Importanza della Verifica di Corretta Fu

CASSAZIONE 30126/2023 - AUTOVELOX - Differenze tra taratura, collaudo e verifiche di funzionalità
CASSAZIONE , AUTOVELOX - SENTENZE, CODICE DELLA STRADA, OBIETTIVO SICUREZZA,

CASSAZIONE 30126/2023 - AUTOVELOX - Differenze tra taratura, collaudo e verifiche di funzionalità

Avv. Emanuele Dalla Palma

2023-12-18 17:38

Cassazione Civile, Sez. II, ORDINANZA 30 Ottobre 2023, n. 30126. Pres. Manna. Est. Varrone. In tema di sanzioni amministrative, il superamento del col

GIORGIO MARCO PARLA DI SICUREZZA STRADALE - 10.10.2023

Avv. Emanuele Dalla Palma

2023-10-11 19:39

E' POSSIBILE FARE SICUREZZA STRADALE? LO STATO E' DEFICITARIO. GLI INTERESSI ECONOMICI PREVALGONO SULLA VERA SICUREZZA STRADALE. Illuminante intervist

AUTOVELOX - LA CASSAZIONE ANNULLA LA SANZIONE - CARTELLO DI AVVISO A MENO DI 1KM
CASSAZIONE , NEWS LEGALI, AUTOVELOX - SENTENZE, OBIETTIVO SICUREZZA,

AUTOVELOX - LA CASSAZIONE ANNULLA LA SANZIONE - CARTELLO DI AVVISO A MENO DI 1KM

Avv. Emanuele Dalla Palma

2023-09-12 16:04

Cassazione civile, sez. II, Ordinanza 31/08/2023 (ud. 13/06/2023) n. 25544(Presidente Bertuzzi – Relatore Caponi)Fatti di causaNel 2018 G.G. proponeva

AUTOVELOX ILLEGITTIMO - RESPONSABILITA' P.A. - DIRIGENTE CONDANNATO A RISARCIRE
NEWS, AUTOVELOX - SENTENZE, OBIETTIVO SICUREZZA,

AUTOVELOX ILLEGITTIMO - RESPONSABILITA' P.A. - DIRIGENTE CONDANNATO A RISARCIRE

Avv. Emanuele Dalla Palma

2023-09-11 18:38

AUTOVELOX ILLEGITTIMOAUTOTUTELA NEGATARESPONSABILITA' P.A.    AUTOVELOX FUORI LEGGE. RESPONABILITA' DEL  COMANDANTEIl caso non è isolato. Secondo la C

CASS. CIV. Ord. 29625/2022 - OMOLOGAZIONE AUTOVELOX
CASSAZIONE , NEWS LEGALI, AUTOVELOX - SENTENZE, CODICE DELLA STRADA,

CASS. CIV. Ord. 29625/2022 - OMOLOGAZIONE AUTOVELOX

Avv. Emanuele Dalla Palma

2022-10-13 12:30

La Suprema Corte di Cassazione ritorna sul tema dell’omologazione delle apparecchiature autovelox ribadendo la necessità di verifica a taratura period

CORTE COSTITUZIONALE SENT. 205/2022 - RESPONSABILITA' DEL MAGISTRATO
RESPONSABILITA' CIVILE, NEWS, NEWS LEGALI,

CORTE COSTITUZIONALE SENT. 205/2022 - RESPONSABILITA' DEL MAGISTRATO

Direzione Nazionale CTL

2022-09-22 12:32

Con recente sentenza . 205/2022   del  6 luglio 2022, depositata in Cancelleria il 15 settembre 2022,la CORTE COSTITUZIONALE è interventa in tema di r

Sentenza n. 502 del 2008 la CORTE DEI CONTI, Sezione per la TOSCANA
NEWS, AUTOVELOX - SENTENZE, CODICE DELLA STRADA,

Sentenza n. 502 del 2008 la CORTE DEI CONTI, Sezione per la TOSCANA

Avv. Emanuele Dalla Palma

2022-09-05 18:30

Danno erariale imputato a funzionario per non aver accertato carenza di specifica omologazione su apparecchiatura autovelox utilizzata ai fini sanzionatori

NOTA 6050 del 27.09.2000 - Ministero dei Lavori Pubblici
NEWS, NEWS LEGALI, CODICE DELLA STRADA,

NOTA 6050 del 27.09.2000 - Ministero dei Lavori Pubblici

Avv. Emanuele Dalla Palma

2022-09-05 17:29

Si allega nota 27 settembre 2000, n. 6050 del Ministero dei lavori pubblici richiamata in diverse sentenze emesse in tema di accertamento della veloci

CASSAZIONE CIVILE - ORDINANZA 8694 del 2022
CASSAZIONE , NEWS LEGALI, NEWS TECNICO -PERITALI, AUTOVELOX - SENTENZE,

CASSAZIONE CIVILE - ORDINANZA 8694 del 2022

Direzione Nazionale CTL

2022-09-05 12:45

AUTOVELOX FISSI O MOBILI: OBBLIGO DI OMOLOGAZIONE, TARATURA E BUON FUNZIONAMENTO  La Corte di Cassazione civile, sez. VI, con ordinanza 17 marzo 2022

CORTE COSTITUZIONALE SENTENZA 113 del 2015
NEWS, NEWS LEGALI, NEWS TECNICO -PERITALI, CODICE DELLA STRADA,

CORTE COSTITUZIONALE SENTENZA 113 del 2015

Direzione Nazionale CTL

2022-09-05 12:18

CORTE COSTITUZIONALE SENT. 113/2015 - VELOCITA' UNITA' DI MISURA DERIVATA - AUTOVELOX: OMOLOGAZIONE - TARATURA E VERIFICA PERIODICA E’ incostituzional

SENTENZA n. 277 del 2007 CORTE COSTITUZIONALE
NEWS LEGALI, NEWS TECNICO -PERITALI, AUTOVELOX - SENTENZE, CODICE DELLA STRADA,

SENTENZA n. 277 del 2007 CORTE COSTITUZIONALE

Direzione Nazionale CTL

2022-09-05 11:08

CORTE COSTITUZIONALE - LA VELOCITA'  E' "UNITA' DERIVATA" Con questa importante pronuncia  - a cui farà seguito la n. 113/2015 - la Corte Costituziona

CASSAZIONE 29595/2021 - SCOUT SPEED - PRESEGNALAZIONE OBBLIGATORIA - LEX SUPERIOR INFERIORI DEROGAT
NEWS TECNICO -PERITALI, AUTOVELOX - SENTENZE,

CASSAZIONE 29595/2021 - SCOUT SPEED - PRESEGNALAZIONE OBBLIGATORIA - LEX SUPERIOR INFERIORI DEROGAT

Direzione Nazionale CTL

2021-10-25 21:24

Si segnala interessante ordinanza n. 29595/2021 emanata dalla Corte di Cassazione che ha stabilito doversi estendere anche ai dispositivi autovelox co

OMOLOGAZIONE AUTOVELOX
NEWS LEGALI, NEWS TECNICO -PERITALI, AUTOVELOX - SENTENZE, CODICE DELLA STRADA,

OMOLOGAZIONE AUTOVELOX

Direzione Nazionale CTL

2021-09-23 13:10

AUTOVELOX - GDP DI BELLUNO AVV. SCHIOPPA ACCOGLIE IL RICORSO - DETTAGLIATA E ARTICOLATA MOTIVAZIONE    La normativa del Codice della Strada e del Rego

OMOLOGAZIONE E APPROVAZIONE NON COINCIDONO
NEWS LEGALI, NEWS TECNICO -PERITALI, CODICE DELLA STRADA,

OMOLOGAZIONE E APPROVAZIONE NON COINCIDONO

Giorgio Marcon

2020-12-10 08:10

UN PARERE NON FA PRIMAVERA... Desta perplessità e stupore il parere reso dalla Direzione Generale per la sicurezza stradale del Ministero delle Infras

INTERESSI DI MORA PER LA CASSAZIONE A SEZIONI UNITE - SENTENZA 19597  del 18.09.2020
DIRITTO BANCARIO, CASSAZIONE , CASSAZIONE SEZIONE UNITE,

INTERESSI DI MORA PER LA CASSAZIONE A SEZIONI UNITE - SENTENZA 19597  del 18.09.2020

Avv. Emanuele Dalla Palma

2020-09-29 13:08

Non mi aspettavo nulla di diverso. Sicuramente la sentenza susciterà ampio dibattito. Ma intanto...

 CASSAZIONE N. 32774/2019 - FIDEIUSSIONE SU OBBLIGAZIONE FUTURA - LIMITI ALLA CESSIONE DEL CREDITO
DIRITTO BANCARIO, NEWS, CASSAZIONE , GIURISPRUDENZA DIRITTO BANCARIO, NEWS LEGALI,

CASSAZIONE N. 32774/2019 - FIDEIUSSIONE SU OBBLIGAZIONE FUTURA - LIMITI ALLA CESSIONE DEL CREDITO

Admin

2020-01-28 11:39

Cassazione civile, Sez. III, 13 Dicembre 2019, ORDINANZA n. 32774. Il fideiussore è liberato dalla garanzia prestata su obbligazione futura qualora vi sia, a

Categorie

    Privacy PolicyCookie PolicyTermini e Condizioni